Ultimissime

2 Luglio 2022: SALSENATO – Maelo Ruiz, Alex Manga, David Pabón

Il 2 Luglio 2022, le star della Salsa, Maelo Ruiz, Alex MangaDavid Pavon in concerto in un’unica serata Salsenato Vol. 2 per la prima volta nella nella Ticketmaster Arena del Milano Latin Festival.

BIO MAELO RUIZ

Ismael Ruiz Hernández (New York, 22 ottobre 1966) noto come Maelo Ruiz, è un cantante di salsa romantico americano di origine portoricana.

Maelo Ruiz è nato a New York City, ma all’età di 4 anni si è trasferito con la famiglia a Porto Rico, da dove provenivano i suoi genitori. Ha iniziato a dedicarsi alla musica alla giovane età di 16 anni, quando ha iniziato a cantare alla “Escuela Libre de Música de Caguas”. Ma è stato solo all’età di 19 anni che Maelo Ruiz ha davvero iniziato la sua carriera professionale nella musica quando è diventato il cantante solista di Pedro Conga e della sua Orchestra Internazionale.

Rimase con Pedro Conga per 7 anni, registrando 4 album con la band. Il loro più grande successo con Pedro Conga è stato “No Te Quites La Ropa”, che ha venduto oltre 50.000 unità e ha fatto guadagnare alla band il loro primo record d’oro a Porto Rico. I successi successivi includevano “Atrévete”, “Vicio” (disco d’oro in Colombia), “Quiero Volver”, “Si Supieras”, “Te Quiero Amor” e “Me Niegas Tanto Amor”. Questi sono stati i successi che hanno reso Maelo Ruiz un nome familiare in America Latina. Si è anche esibito come cantante di sottofondo per il noto salsero Willie González. Il suo album Puro Corazón è stato nominato per il Latin Grammy Award come miglior album di salsa, ma ha perso contro El Cantante di Marc Anthony (colonna sonora).

BIO ALEX MANGA

Alexander Manga García è nato l’8 novembre nel comune di Bosconia a Cesar, in una casa composta dai genitori José Manga e Marleny García, in un ambiente prettamente musicale e fin dalla culla è stato cullato dai canti vallenati e dalle note della fisarmonica.

Da solo un bambino, grazie al suo talento, ha iniziato la sua carriera musicale accompagnando il padre e gli zii nei parranda, che hanno forgiato la sua passione per il canto. Contemporaneamente motivata da un migliore benessere, la sua famiglia decide di trasferirsi nella città di Bogotá e all’inizio della sua adolescenza, Alex alterna gli studi alla musica, suonando in taverne e locali mondani.

Successivamente si unì a un gruppo della capitale chiamato “Dinastía Vallenata”, ma non come cantante ma per eseguire le percussioni, dimostrando così la sua versatilità; Successivamente si è unito al gruppo “Los Príncipes” guidato da Jorge Barrios, un prestigioso uomo d’affari che conosceva il talento canoro di Alex Manga, tanto da farne parte del coro.

Qualche tempo dopo fece parte del gruppo “Arco Iris”, anche come corista e dove voce solista e fisarmonicista erano Jesús Manuel Estrada e Víctor Rey Reyes, facendo esperienza lì si unì al gruppo di Pablito Atuesta e “Los Concertistas” come corista e percussionista.

Allo stesso tempo, iniziò ad essere invitato ad accompagnare diversi gruppi di spicco in esibizioni dal vivo e registrazioni, come nel caso di Silvio Brito, Miguel Herrera, Jesús Manuel Estrada, Ismael Rudas, Alfredo Gutiérrez, Enaldo Barrera (Diomedito), tra gli altri . .

Con quel background acquisito come eccellente corista grazie alla sua voce magistrale, catturò l’interesse di “El Jilguero de América” ​​​​Jorge Oñate e iniziò a far parte del suo gruppo come corista, posizionando il suo nome sempre più fortemente .

A quel tempo, Jesús Manuel Estrada era il vocalist dei “Los Diablitos” e morì improvvisamente, così diversi interpreti iniziarono a cercare di mantenere lo stile che stavano gestendo, dopo un complesso iter, il maestro Omar Geles decise di chiamare Alex e Cioè come, nel 1995, ha iniziato la sua carriera come cantante dei “Los Diablitos”.

Con Alex Manga come nuovo cantante dei “Los Diablitos” i successi continuano per quel gruppo, debuttando con l’opera discografica “10 anni di storia” che mette in evidenza le canzoni “Tú vas a volar”, “No voy a Llorar” e “Paola” , l’anno successivo registrano l’album “Estan de moda” in cui riprendono i brani “Donde está” e “Recuerdos de un amor”.

Lenguaje universal” arriva in un momento imbattibile, suonando forte per quasi tutto l’album e il travolgente successo di “Los Diablitos” con Alex Manga al timone è proseguito con le produzioni “Corazón de Ángel”, “Más vallenato” e “Máxima expression”, che includeva la canzone “Que no me faltes tú”, un impatto musicale in Colombia e all’estero.

A questi si sono aggiunti gli album “Uniendo corazón”, “Original version”, “A different song”, “Gente como tú” e “El vallenato feel”; Dopo una pausa di quattro anni, nel 2009 “Los Diablitos” è tornato per presentare una nuova produzione intitolata “Test superato”, che è stata nominata per il Latin Grammy 2010.

Alex Manga con “Los Diablitos” ha vissuto tempi d’oro, vendendo più di 300.000 copie di una singola produzione musicale, accumulando un repertorio di successi con tanti brani che lo hanno consolidato come una delle migliori voci del romantico vallenato e artista amato dal pubblico .

Questa unione durò 15 anni, durante i quali consolidarono il genere a livello nazionale e internazionale, visitando i luoghi più remoti della Colombia e del mondo, calpestando palchi in paesi come Venezuela, Spagna, Germania, Inghilterra, Belgio, Italia , Francia, Stati Uniti, Canada, Messico, Argentina, Perù, Paraguay, Ecuador, Panama, Aruba, Curaçao e altro ancora.

A causa della decisione del maestro Omar Geles di intraprendere la carriera di cantautore, anche Alex decide di fare il suo corso e rafforzare il suo nome ora come solista, pieno di illusioni ma desideroso di lavorare, spinto dal sostegno incondizionato di suoi seguaci.

Questa fase inizia con la registrazione di “Un canto para el corazón”, un’opera discografica che ha subito colpito con il brano “Le gané al pride”, che è servito da presagio per continuare ad affermarsi come uno degli artisti Vallenato con il più grande respiro internazionale proiezione. .

Nel 2015 è arrivato il momento per Alex di lanciare la sua seconda produzione da solista e ha presentato “Ayer y Hoy”, da cui i brani “Sarai ricordato”, “La vittima della storia” e “Questo amore non è morto ” sono stati rilasciati, che è servito a mantenere un alto livello di popolarità e ad aumentare il numero di presentazioni.

Con l’esperienza di una carriera ricca di trionfi, nel 2018 ha pubblicato l’album “Seguimos Bendecidos”, dove ha selezionato con cura quattordici brani tra cui “Quisiera”, “Sigo Bendecido”, “Aprender a olvidar”, “No quiero ser tu amante” e “24 horas”. Tutta questa storia di successo di Alex Manga lo colloca attualmente come artista attuale, riflettendolo nelle cifre accumulate dal suo catalogo musicale che non passa di moda, con milioni di riproduzioni su piattaforme digitali.

BIO DAVID PABON 

David Pabón Figueroa (nato il 20 giugno 1964 sull’isola di Vieques, Porto Rico) è un musicista di salsa portoricano. Le sue canzoni, spesso scritte da Kike Santander, appartengono allo stile “Salsa Erótica” o “Salsa Romantica”.

David Pabón è nato a Porto Rico come uno dei sette fratelli. Già nella sua infanzia ha imparato a suonare la chitarra.

Ha trascorso la sua giovinezza a Bayamón e lì ha scoperto la musica salsa. È stato influenzato da musicisti contemporanei come Larry Harlow, Willie Colón, Héctor Lavoe, Fania All-Stars, “Richie” Ricardo Ray, Roberto Roena, Ismael Rivera, Rubén Blades, Bobby Valentín, Ray Barretto, Eddie Palmieri, Lalo Rodríguez e altri. . Pabón ha accompagnato per un po’ la stazione radiofonica locale Radio Musical con congas e ha cantato insieme. A scuola fondò il gruppo El Condór, che si sciolse rapidamente. Nella sua seconda fascia Union 78 era già manager. Esibendosi con la band La Sonica, ha incontrato altri musicisti di salsa come Willie Rosario e Bobby Valentín, che lo hanno ispirato durante la sua carriera. A causa della popolarità del merengue e della mancanza di opportunità di apparire in queste band come un nuovo artista, Pabón ha firmato come batterista nella band “El Show de Julio Ángel y El Trio Los Condes”, facendo rivivere i vecchi bolero.

Pabón si è laureato in ingegneria elettrica, si è sposato e ha costruito la sua prima casa. Nel 1986 voleva tornare alla salsa quando “Sin un amor” di Gilberto Santa Rosa e “Tú me quemas” di Eddie Santiago stavano plasmando l’epoca. La salsa è stata combinata con elementi swing e Pabón ha approfittato di questa moda per tornarci dentro. Dopo non essere riuscito a ottenere un impegno con l’Orchestra Santarosa, Pabón è stato assunto per cantare con Eddie Santiago. Con la canzone Aquel viejo motel Pabón ha avuto un grande successo in America Latina e Spagna. Successivamente, sono nati tour fuori Porto Rico, attraverso Venezuela, Colombia, Ecuador, Perù e Messico, e successivamente anche negli Stati Uniti e in Canada. David Pabón tiene regolarmente concerti al Madison Square Garden/New York City ed è un ospite frequente del festival di salsa di Calle Ocho a Miami. Lì gestisce anche la sua società di produzione Pabón Entertainment Group LLC.

Dopo essere rimasto in riabilitazione, Pabón è considerato guarito dall’alcolismo.

I suoi più grandi successi fino ad oggi includono Aquel viejo motel, Cuando bailas, Por instinto, Ahora tengo ganas, Y nós amamos, Cuando hacemos el amor, Cara dura e Apagame.

Vedi Anche

22 Luglio 2023: Enanitos Verdes

Il 22 Luglio 2023 l’attesissima rock band argentina Enanitos Verdes torna in concerto nella Ticketmaster Arena del MLF …