20 Luglio 2017: Wilson Manyoma “Saoko”

Il 20 Luglio 2017 grande concerto live di Wilson Manyoma “Saoko”, il grande salsero colombiano. La caratteristica principale, che lo ha contraddistinto in tutta la sua carriera musicale, è la forza della sua voce, che anche se di tonalità bassa, è molto versatile, e gli consente di cantare sia melodie romantiche che la rumba. Il più importante successo della sua storia musicale è stato “El Preso“.

BIO

Wilson Manyoma Gil, conosciuto come Wilson Saoko o “Saoko” è un cantante di salsa colombiana nato a Cali il 30 agosto 1951. Egli apparteneva al gruppo “Sonora Juventud” ed ha lavorato come ballerino nel quartiere popolare di Juanchito tra il 1966 e il 1972.
La caratteristica principale, che lo ha contraddistinto in tutta la sua carriera musicale, è la forza della sua voce, che anche se di tonalità bassa, è molto versatile, e gli consente di cantare sia melodie romantiche che la rumba.

Carriera musicale di Saoko in “Fruko y sus Tesos”

Nel 1973, si recò a Medellin, dove incontrò il compositore e bassista Julio Ernesto Estrada, creatore di “Fruko y sus Tesos“, ed il tecnico del suono Mario Rincón. È stato assunto dalla casa discografica Fuentes, ed ha iniziato la sua carriera di successo, cantando dapprima un brano composto da lui stesso con “Fruko”, dal titolo “Tú Sufrirás“, che fa parte dell’album “Fruko el Bueno, Ayunando“, in cui ha anche cantato “Lamento del Campesino“, “Fruko Power” e “Mosaico Santero“, gli ultimi due eseguiti in duetto con Joe Arroyo.

Nei successivi lavori discografici, Saoko si è imposto con i seguenti album:
Fruko, El Violento (1973): “Tronco Seco“, “Lamento Cubano“, “La Nueva Bamba“, “Mosaico Matancero” (con Joe Arroyo)
Fruko, El Caminante (1974): “Rumbero Soy“, “Vamos a Gozá‘”, “Rumbita loca” (con Joe Arroyo)
Fruko, El Grande (1975): Il più importante successo della sua storia musicale è stato “El Preso“, che a sua volta, è il tema più noto dell’orchestra guidata da Julio Ernesto Estrada. In questo album, Saoko interpretó anche “Si yo Encontrata un Amor“, “Los Charcos” e “Me tenían Amarrado con Fe“.
Fruko, El Bárbaro (1976): “Corazón Vacante“, “Lontananza“, “Tocando Madera“, “Cariño“.
Fruko, El Patillero (1977): “Mi Río Cali“, “El Patillero“, “Sabré Olvidar“, “Madre Querida“, “Qué Bonito Sería“, “Cuba y mi Son“.
Fruko, El Cocinero Mayor (1978): “Celosa”, “El Arbol que me daba Sombra”, “El Cachetero”. Ha anche pubblicato il singolo “Distancia”.
Fruko, El Teso (1979): “Zafra y Molienda“, “Amores y Sentimiento“, “Salsa Brava“, “México Picante“, “Cumbiambero que Soy“, “Yo Pongo la Plata” (Con Joe Arroyo)
Fruko, El Espectacular (1980): “Tu Fotografía“, “Descarga Espectacular“, “Fuiste mi Amor“, “Que Lindas son las Caleñas“.
Fruko, El Mejor (1981): “El Verdulero“, “Te Quiero Más“, “Vengo por Ti“, “El son del Tren“, “Mi Pensamiento“.
Fruko, El Genio (1982): “Llueve que Llueve“, “¿Qué pasa… qué pasa?“, “Anita, tun tun“, “Mendigo de amor“, “Mosaico Sanero Nº 3” (Con Juan Carlos Coronell)

L’Album “Fruko, El Genio” ha segnato la fine del periodo d’oro di “Fruko y sus Tesos“, con il ritiro di Joe Arroyo per problemi personali e di Wilson Saoko dovuti al consumo di droga. Per fortuna, è riuscito a superare il problema aggrappandosi alle credenze religiose ed in seguito ne è completamente guarito.

Nel 1985, è apparso come ospite nell’album “The Magnificent” con Fruko. È interessante notare che, Saoko ha cantato con l’orchestra sorella di “Fruko y sus Tesos”, “The Latin Brothers” il tema “El Serrucho” dell’album “Para Bailar“, che rappresenta uno dei lavori più belli e di maggior successo di questo gruppo di salsa.
Nel 1989, è riapparso con Fruko nell’album “El Padrino de la Salsa“.

Nei primi anni ’90, Saoko, insieme a suo fratello, Hermes Manyoma, ha creato una sua orchestra, “La Decisión” ed ha pubblicato un album nel 1990, portando il meglio del suo nuovo repertorio in luoghi molto lontani come l’Australia, dove è stato molto apprezzamento, stimato ed ha avuto molti riconoscimenti.

Più tardi, dopo il ritorno di Fruko, emulando le grandi Big Band che internazionalizzano nella metà del secolo scorso diversi ritmi afro-caraibici, hanno partecipato insieme alla famosa cantante salsero Chucho Nuncira nella metà degli anni ’90, agli album “Sones y Montunos” e “Guarachas, Guajiras y Boleros” entrambi per la casa discografica Fuentes.

Nel 1998, si è costituito il trio Fruko, Saoko e Ballestas (quest’ultimo con un timbro di voce squillante che emula Joe degli anni ’70), e pubblica l’album “Esto sí es salsa de verdad” con il ritorno di Fruko nell’ambiente salsero dopo lunghi anni di assenza.

Nel 2000, tornarono con “Fruko Power“, e dopo la partenza di Delfo Ballestas, Saoko ha cantato di nuovo con un altri solisti come Alvaro Pava (cantante dei La Sonora Dinamita), Raquel Zosaya e Diego Morán, in un album intitolato “We are Salsa – Wild Salsa“, un compendio di brani di salsa colombiana.

Nella telenovela “El Joe, La Leyenda“, il personaggio di Saoko Wilson è stato interpretato dal cantante, trombonista e attore Mauro Castillo.
[Fonte: Wikipedia]